Description: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image001.jpg

Il Piano di Emergenza Comunale

a portata di click

Description: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image002.jpg

 

·         Strumento indispensabile su smartphone/tablet che permette alla cittadinanza di prendere visione di quanto previsto nel Piano di Emergenza del proprio Comune e di  adottare corrette norme di comportamento, per contribuire a ridurre l’entità del danno, soprattutto nel caso di eventi improvvisi e non prevedibili.

·         Nuovi servizi virtuali permetteranno all'Amministrazione d'interagire con i cittadini. Segnalazioni, informazioni e avvisi di ordinanze comunali arrivano sul cellulare

·         Applicazione Mobile per Android, scaricabile gratuitamente sul cellulare per conoscere, informarsi con un click quanto avviene sul territorio e fra le mura del palazzo. D'ora in avanti le segnalazioni arriveranno con una notifica

 

  


Description: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image003.jpgPremessa.

 La legge n. 100 del 12 luglio 2012 prevede che entro 90 giorni dall’entrata in vigore del provvedimento, i Comuni approvino il Piano di Emergenza Comunale, redatto secondo i criteri e le modalità riportate nelle indicazioni operative del Dipartimento della Protezione Civile e delle Giunte regionali.

Le statistiche purtroppo, evidenziano che ad oggi, solo il 50% dei comuni ha redatto i Piani di Emergenza e/o ha provveduto ad aggiornarlo costantemente, inoltre gli stessi Comuni, hanno riscontrato grosse difficoltà nel divulgarlo alla cittadinanza, rendendo così il Piano inutilizzabile.

 

Popolazione informata popolazione protetta..

Description: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image004.jpg

 

La normativa in vigore in materia di informazione della popolazione prevede che l’intero contenuto del Piano di Emergenza Comunale venga pubblicato, in quanto resta di fondamentale importanza la partecipazione del cittadino, che, adottando corrette norme di comportamento, può contribuire a ridurre l’entità del danno, soprattutto nel caso di eventi improvvisi e non prevedibili.

Per far si che questo avvenga, necessita che la popolazione venga formata ed informata sulle procedure di emergenza da adottare, tale da non esporsi ad inutili disagi e pericoli.

Ma la divulgazione non è sempre cosa facile (e i tanti manuali o locandine che si limitano a dare consigli ovvi come, ad esempio, un generico “durante il terremoto mettetevi sotto un tavolo”, ne sono una testimonianza) è, inoltre, abbastanza costosa, e spesso addirittura non è efficace, perchè non raggiunge gli utenti finali, a meno che non siano loro stessi interessati a reperire il materiale eventualmente messo loro a disposizione.

Come sappiamo, il  Piano di Emergenza è l’insieme delle procedure operative di intervento per fronteggiare una qualsiasi calamità attesa in un determinato territorio e recepisce il programma di previsione e prevenzione a tutela della popolazione  in un’area a rischio.

Fare prevenzione

La prevenzione, rivolta sopratutto alla popolazione, è l'insieme di azioni finalizzate ad impedire o ridurre il rischio, nel caso si verifichino eventi non desiderati in loco.

Le misure di prevenzione sono di tipo strutturale o organizzativo, come:

·         l'informazione, la formazione e l'addestramento della popolazione;

·         l'evitare situazioni di pericolo che possano determinare un danno probabile (rischio);

·         l'adozione di comportamenti e procedure operative adeguate.

Pertanto la Prevenzione in un Comune è subordinata da:

1)       Redazione del Piano di Emergenza;

2)       Aggiornamento costante del Piano di Emergenza;

3)       Informazione alla popolazione:       >>>>  Fare conoscere il Piano;

>>>>  Informare sui rischi nel territorio;

>>>>  Comunicare i rischi in atto.

 

Considerazioni

E’ stato constatato che, anche se i Comuni hanno redatto i Piani di Emergenza, manca  comunque, la comunicazione di fondo tra quello che prevedono i piani di protezione civile  e quello che devono fare i cittadini per essere gli autori della propria incolumità.

Informare i cittadini, dicono dalla protezione civile, fa parte della nuova strategia messa in atto, ma rimane il problema fondamentale di come trasmettere i messaggi alla popolazione sui rischi in atto.

(Vedi video)

LA NOSTRA SOLUZIONE E’ L’APP MOBILE (P. E. C.)

che risolve tutti i problemi sopra esposti.

Perchè la scelta di una APP

Ogni giorno siamo sempre più connessi. Il web permea ogni secondo della nostra vita; ce ne accorgiamo quando infiliamo lo smartphone nella nostra tasca, quando siamo in metropolitana, in strada, al cinema, persino a letto.

 Questa progressiva evoluzione del nostro modo di comunicare e connetterci con altre persone, aziende e servizi non è una prerogativa dei Paesi occidentali ma riguarda praticamente tutto il mondo. We Are Social ha pubblicato una interessante ricerca che evidenzia in modo chiaro che oggi il 35% della popolazione mondiale è connessa a Internet, e che il 26% degli abitanti del pianeta ha almeno un account su un social network....”

 Quindi sempre più persone navigano su internet da un terminale mobile, smartphone o tablet: alcune stime affermano che si tratti di una percentuale superiore al 50% degli utenti totali e sono in costante aumento.

  

..Gli adolescenti i maggiori utilizzatori di smartphone e internet...”


Description: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image005.jpgDescription: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image006.jpg

Description: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image007.jpgDescription: Description: C:\Users\Max\Desktop\Enzyme Free Website Template - Free-CSS.com\enzyme\Relazione (P.E.C.)_files\image008.jpg

 

Sono 22 milioni gli italiani tra i 18 e 74 anni che accedono ogni mese a Internet da dispositivi mobili (Smartphone e Tablet), pari alla metà della popolazione di riferimento. Inoltre, più del 70% del tempo trascorso giornalmente a navigare è legato a dispositivi mobili e, per i giovanissimi (18-24enni) questa percentuale sale all’85%, persino per gli over 55 ha superato ormai quota 50%.

“...Iniziamo la Formazione dagli Adolescenti...”

Questi dati ci confermano che l’Applicazione Mobile è lo strumento più efficace per raggiungere un’alta percentuale di utenti in tempo reale ed ovunque essi siano.  Come evidenziano le immagini, i maggiori utilizzatori di Smartphone sono gli addolescenti i quali costituiscono il veicolo di comunicazione con i genitori, quelli del restante 50% che ad oggi non si sono ancora avvicinati alla presente tecnologia. Per questo puntiamo soprattutto su di per una buona riuscita della formazione e per una successiva divulgazione delle informazioni.

 
Prevenzione, semplicemente prevenzione.

 La nostra App non si limita alla sola informazione del Piano di Emergenza, ma è concepita anche per i servizi complementari:

1.    fare formazione sui principi di base della protezione civile, rivolgendosi alla cittadinanza ma soprattutto ai giovanissimi che vanno educati alla cultura della sicurezza e della prevenzione;

2.    Ricevere notifiche di eventuali avvisi e/o allerte diramate dal Comune allo scopo di evitare eventuali rischi e disagi alla cittadinanza stessa.

 

 Struttura della procedura.

Il programma si articola in quattro parti fondamentali:

1.    FORMAZIONE: Didattica, conoscenza della Protezione Civile. Digitando il pulsante FORMAZIONE, si aprirà un sottomenù con elencate le attività didattiche caricate,(in questo caso video) che possono essere implementate dal Comune stesso. Questa sezione è ritenuta di straordinaria importanza quale attività didattica scolastica per avvicinare gli addolescenti alla conoscenza della Protezione Civile.

2.    INFORMAZIONE: Conoscere le Aree di Emergenza dislocate sul territorio comunale – Notifiche. Qui entriamo nel cuore del programma. Digitando il pulsante INFORMAZIONE, si aprirà un sottomenù.        Il sottomenù comprende tre programmi:

a)     Aree di Emergenza: Visualizzazione di tutte le aree di emergenza su google maps e relative schede tecniche;

b)    Aree Soggette a Rischio: Visualizzazione della relativa planimetria in formato pdf;

c)       Elenco NOTIFICHE: Visualizzazione delle Notifiche di emergenza in atto, inviate dal Comune ai cittadini.

d)    "TROVA L'AREA DI ATTESA VICINO A TE". La versione 4.00, sarà implementata con questa nuova funzione completamente interattiva, calcola la tua posizione, con il GPS integrato allo smartphone, e calcola l'Area di Attesa più vicina alla tua posizione. Per chi non è a conoscenza della localizzazione dell'area indicata, la procedura traccia con Google Maps Directions, il percorso da seguire per raggiungerla. Può essere scelto il Modo di percorrenza, sia a Piedi che in Auto. A seconda della scelta del modo di percorrenza, sarà indicato il tempo di percorrenza ed i metri di distanza. Questa funzione è unica nel suo genere per guidare in tempo reale chiunque ne avesse bisogno di raggiungere le Aree di Attesa Comunali senza il pericolo di perdersi nell'area urbana.

3.    UTILITA’ VARIE: Collegamento al sito INGV, sismografo e navigatore;

4.    GESTIONE DISABILI: in fase sperimentale da implementare. La procedura, prevede la registrazione da parte dei cittadini con famigliari portatori di disabilità in generale, segnalando la sola localizzazione (Indirizzo e civico) e numero di persone disabili. Questo per generare un database comunale per poter predisporrere interventi mirati in caso di emergenza.

 

NOTIFICHE:

Ricevere notifiche di eventuali Avvisi e/o Allerte diramate dal Comune rivolte allo scopo di evitare eventuali rischi ma soprattutto di recare disagi alla cittadinanza è il cuore dell’applicazione.

L’Applicazione Mobile è lo strumento più efficace per raggiungere un’alta percentuale di utenti in tempo reale ma soprattutto ovunque essi siano.

 

Tipologia di Avvisi che possono essere inviati alla cittadinanza:

·         Chiusura strade per lavori, incendio, frane, allagamenti, potatura alberi, sottopassi allagati;

·         Acquedotto (Acqua non potabile e ripristino);

·         Disinfestazione (tenere chiuse le finestre);

·         Manifestazioni Sportive e Religiose;

·         Smaltimento Rifiuti (variazione del calendario di raccolta);

·         Ordinanze Comunali;

·         Ecc..

 

EMERGENZE REALTIME.

E’ costituito dal servizio Notifiche con la Visualizzazione in mappa di Google dello stato di emergenza nel territorio Comunale. Quando vengono diramati Avvisi geolocalizzati, (con l’aggiunta delle coordinate), viene posizionata una icona animata e relativa Infowindow con la descrizione.

 

APK SYSTEM